Io sono cuoco da ormai più di tre decenni. In tutto questo tempo ho visto di tutto: cose belle e cose brutte. Ho lavorato in innumerevoli ristoranti con i migliori colleghi che avrei potuto conoscere. Ho stretto amicizie per la vita in tutto il mondo e ho potuto imparare una marea di cose.

Allo stesso tempo, però, ho visto delle cose sulle quali ci sarebbe molto da lavorare! Sono combattuto tra un lavoro che tutti i giorni mi ispira e motiva e certe cose sbagliate sotto diversi aspetti.

Ecco i 7 motivi per cui adoro essere un cuoco e le 8 cose che mi fanno arrabbiare incredibilmente:
  1. Amo essere un cuoco perché sono sempre affascinato dai cuochi, i quali lavoro e manodopera creano allegria
  2. Amo essere un cuoco perché so che con il mio cibo e la mia creatività posso fare felici le persone
  3. Amo essere un cuoco perché ho rispetto dei miei prodotti e posso creare dei piatti fantastici partendo dai migliori ingredienti
  4. Amo essere un cuoco perché posso evolvermi ogni giorno
  5. Amo essere cuoco perché lavoro con la conoscenza ereditata da migliaia di cuochi che prima di me hanno dedicato la loro vita alla cucina
  6. Amo essere cuoco perché mi accorgo come un team motivato e ben organizzato riesce ad eseguire cose che prima nessuno avrebbe creduto possibili
  7. Amo essere cuoco perché ho conosciuti tutti i miei migliori amici nelle cucine e nei ristoranti

Come dicevo, sono incredibilmente grato per le innumerevoli amicizie e tutti ciò che ho imparato in questo tempo.

Sono però anche un po’ frustrato e arrabbiato riguardo ai seguenti fattori:
  1. Sono arrabbiato perché le persone di servizio che presentato i nostri piatti agli ospiti (i camerieri, ndr) non ottengono la giusta attenzione e il giusto riconoscimento che meriterebbero
  2. Sono arrabbiato perché i giovani fuori dal nostro settore credono che show come cucine da incubo rappresentino la realtà
  3. Sono arrabbiato perché cuochi talentuosi talvolta non riescono nemmeno a guadagnare da vivere
  4. Sono arrabbiato perché troppi ristoratori considerano i propri dipendenti come costi o spese e non come persone con obiettivi, emozioni e bisogni
  5. Sono arrabbiato perché alcuni considerano lo stile di vita di noi cuochi come un’ossessione e non come una scelta consapevole di persone che amano il proprio lavoro
  6. Sono arrabbiato perché al giorno d’oggi i giovani non hanno la pazienza di investire tempo per imparare ciò che serve per assumersi responsabilità in una cucina
  7. Sono arrabbiato perché i cuochi spesso sono ignorati se parlano di prodotti di buona qualità o prodotti liberi da OGM e prodotti acquistati direttamente dal contadino.
  8. Sono arrabbiato perché ho visto troppi cuochi promossi a cuochi ma non pronti alla qualifica né caratterialmente né per la loro capacità
Sei anche tu un cuoco?

Come ti dicevo, amo il mio lavoro e ho la sensazione che dobbiamo superare insieme gli aspetti negativi. Per questo mi avvalgo di GRONDA, una piattaforma che ci permette di condividere idee e di discutere sui più diversi aspetti del nostro lavoro. Allo stesso tempo, si possono trovare posizioni di lavoro presso i migliori hotel e ristoranti del settore. Clicca qui per creare il tuo profilo gratuito su GRONDA. Più di 60.000 cuochi, camerieri e professionisti del settore sono già qui!

Vai all'APP di GRONDA

Kostenlose Demo

Jetzt ist der beste Zeitpunkt, um die besten Mitarbeiter zu finden. Erhalte Zugriff auf über 250.000 top qualifizierte Köche und Servicekräfte. Buch jetzt deine kostenlose 10 Minuten-Demo.

Kostenlose Demo buchen