Lo chef Chris Hill racconta spesso nel suo blog (Chrishillonline.com) aneddoti riguardanti la sua vita in cucina, ma soprattutto cerca di farne tesoro e passa trarne un insegnamento per le future generazioni. Noi di Gronda riteniamo che i suoi insegnamenti siano molto preziosi, perciò riportiamo qui la versione tradotta e parafrasata di un suo post. Buona lettura!

Negli ultimi 5-6 anni, ho avuto la possibilità di fare un sacco di cose interessanti inerenti al mio settore. Ho partecipato al mio primo evento con personaggi del calibro di Michael Ruhlman, ho intervistato Fabio Viviani, Gavin Kaysen e Dominique Crenn (votata migliore chef donna al mondo qualche anno fa).

 Ma, per rimanere in tema e rispondere alla domanda “cosa hanno in comune tutti i cuochi di successo?” vorrei prima portare all’attenzione un prerequisito necessario per arrivare al successo.

 Che ci crediate o no, all’inizio non è la cucina – alcuni degli chef che ho intervistato sono già ad un livello d’eccellenza mentre altri hanno uno stile culinario molto facilmente approcciabile. Non sono nemmeno le persone di cui si circondano – è vero che alcuni chef hanno una schiera di persone talentuose che di sicuro non nuocciono, ma ancora più importante di questo è avere un team di cui lo chef si possa fidare, questo permette al team e allo chef di crescere e raggiungere il livello successivo. Però, non tutti gli chef di successo sono dei grandi leader e dovrebbero migliorare su questo aspetto. Una buona leadership è necessaria per crescere insieme al team.

 Ma per rispondere alla domanda posta nel titolo – cosa accomuna ogni chef di successo?

Ogni cuoco di successo ha imparato ad adattarsi. Gli chef di successo sono aperti e pronti ad affrontare cose non andate secondo i piani, poiché è molto frequente nel settore dell’ospitalità.

Lo sappiamo tutti che non c’è un solo giorno nella ristorazione in cui tutto va secondo i piani.

L’apertura mentale è fondamentale. Il carico di rottura di un materiale è il limite di sollecitazione oltre il quale il materiale non è più reversibile. Più un metallo, ad esempio, è rigido e duro, più è fragile quando sottoposto a forte pressione. Viceversa, più il metallo è flessibile, più il limite di rottura è elevato. Più un leader è disponibile e in grado di perdonare gli errori commessi da un membro del team, più il team e le connessioni si fortificano.

 Qual è quindi il mio consiglio? Poni il tuo focus sulle cose importanti, ma sii consapevole che non tutto accadrà come pianificato. Il tuo nuovo chef di linea rovinerà ogni tuo piatto prima di imparare a farlo giusto. Un cameriere sbaglierà un ordine ogni tanto nel mezzo della confusione. Cerchiamo di evitare queste situazioni quando possiamo. Ma quando non possiamo? Qui devi prendere una decisione – come reagisco?

 Adesso che un nuovo anno è appena iniziato, è forse tempo di pensare quando sei troppo rigido e come ti stressi troppo facilmente. Puoi pensare a come adattarti meglio così in quei momenti in cui devi prendere una decisione istantanea non sei vittima delle tue emozioni. Alla fine, devi adattarti e tirare fuori il meglio di te.

 Sei anche tu uno chef o lavori in un ristorante?

Allora, entra a far parte gratuitamente della community di Gronda. Qui puoi condividere storie con i tuoi colleghi e trovare lavoro in Austria, Germania e Svizzera. Quasi 70mila utenti da tutta Europa ne fanno già parte.

Vai all'APP di GRONDA

Kostenlose Demo

Jetzt ist der beste Zeitpunkt, um die besten Mitarbeiter zu finden. Erhalte Zugriff auf über 250.000 top qualifizierte Köche und Servicekräfte. Buch jetzt deine kostenlose 10 Minuten-Demo.

Kostenlose Demo buchen